Neanche Hawking

Neanche Hawking sa che cosa c’è
dietro a quel punto che più nero non ce n’è;
può sudare, lui ha pensato
ma lì non si è fermato.
 
Un amico suo ha capito,
e si è anche divertito,
che se un libro è un buco nero
allora è proprio strano per davvero:
le sue storie variegate
sono tutte condensate
non sulle pagine all’interno

ma sulla copertina che è all’esterno.bla

Basta il nome “buco nero”
a indicare che è un mistero:
che succede se ci cado, dov’è che me ne vado?
Divento un fuoco d’artificio
o uno spaghetto come al pastificio?
 
E se ci verso una tazza di tè, di lei che ne è?
Il liquido è assorbito ma il calore è sparito?
E se fosse latte freddo la sua colazione?
Che ne sarebbe di quest’informazione?
 
Tante cose noi sappiamo,
molte più ne ricerchiamo;
la spinta è la curiosità
la compagna la creatività.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s